1-Blog-LL-A-scuola-con

Geronimo Stilton è uno dei personaggi più amati dai piccoli lettori, capace di catturare l’attenzione non solo dei bambini già appassionati alla lettura, ma anche di quelli ancora lontani dal mondo dei libri.

Il progetto A SCUOLA CON GERONIMO STILTON mette in campo tutta la simpatia e la popolarità del personaggio, nonché la sua “autorevolezza” come direttore dell’Eco del Roditore, per proporre percorsi di motivazione e sostegno degli apprendimenti linguistici: prendendo spunto dai libri del famoso topo scrittore, le schede di lavoro guidano alla costruzione delle diverse abilità linguistiche, a differenti livelli.
Sono proposte divertenti e motivanti, apparentemente “leggere” ma supportate da attento rigore didattico.

Tra le tante schede del progetto, ne segnaliamo qui alcune adatte a integrare un percorso sulla costruzione del testo narrativo, che va dalle attività più semplici proponibili fin dalla prima-seconda classe fino a quelle più complesse indicate dalla terza classe in su.

 

DALLE IMMAGINI AL FUMETTO: CHE COSA ACCADE QUI?

L’avvio alla narrazione più semplice: partendo da una situazione illustrata, i bambini immaginano cosa sta accadendo e scrivono nei fumetti parole o pensieri dei personaggi.

 

DALLE IMMAGINI ALLA NARRAZIONE: COSTRUIRE UNA SEQUENZA

Si propone una serie di immagini: il compito è quello di “leggere” la sequenza cogliendo i nessi temporali e causali, quindi scrivere una semplicissima narrazione.

 

DAL MODELLO AL RACCONTO PERSONALE

Prendendo spunto da semplici racconti in prima persona di Geronimo Stilton, il bambino è guidato a riferire una esperienza personale imitando la struttura del modello dato.

 

LA NARRAZIONE CREATIVA: RIELABORARE, INVENTARE…

Scrivere un racconto di fantasia ben strutturato non è facile! Ecco, per partire, due proposte adatte ai più grandi basate su modelli da rielaborare: inventare un nuovo finale e costruire una storia dati un incipit e immagini da collegare in sequenza.

 


Devi essere registrato per commentare questa proposta.