IL GRANDE LIBRO DELLE EMOZIONI

I bambini della classe prima dell’Istituto scolastico paritario A.Gianelli di Chiavari hanno creato “Il grande libro delle emozioni” a conclusione di un percorso educativo-didattico multidisciplinare.
A partire dalle Indicazioni nazionali per il curricolo è stata individuata la seguente competenza: l’alunno/a riconosce le diverse emozioni che suscita in lui/lei un avvenimento o una storia che gli/le viene raccontata ed è in grado di descriverle utilizzando un linguaggio appropriato; attorno ad essa è stato costruito un progetto che ci ha portati alla realizzazione del nostro libro.
L’albo che ha ispirato l’intero percorso è “Domani inventerò” scritto da Agnès de Lestrade e illustrato da Valeria Docampo; partendo dalla lettura e dall’osservazione delle immagini i bambini hanno inizialmente provato a capire e descrivere quali emozioni provasse il protagonista; in un secondo momento

sono state riprese le considerazioni fatte durante il primo incontro per poi passare ad un brainstorming che permettesse di sviluppare nuove idee sull’argomento e di individuare quali emozioni volessimo inserire nel libro. Dopo una lunga discussione guidata sono state scelte: felicità, rabbia, paura, tristezza, noia e delusione.
In seguito è stato chiesto ad ogni bambino di scrivere un pensiero a partire da uno stimolo dato dall’insegnante e di rappresentarlo graficamente.
Gli stimoli riprendevano le emozioni emerse nel secondo incontro, ad esempio: “sono felice quando…”, “sono triste quando…”, “sono arrabbiato quando…”, “ho paura quando…”.
Dopo aver avuto modo di parlare e di disegnare diverse emozioni, gli alunni ne hanno scelto una e l’hanno dipinta su grandi fogli che si sono poi trasformati nelle pagine del nostro elaborato.
Infine è stata creata la copertina con la rappresentazione dei visi degli alunni ed è stato assemblato il libro.
Nel periodo di svolgimento del progetto abbiamo letto altri racconti che ci hanno permesso di approfondire le considerazioni emerse nei primi incontri, fra questi i bambini hanno particolarmente apprezzato “Un amico per dragone”, “Gli sporcelli” e “Non voglio andare a scuola”.



Devi essere registrato per commentare questa proposta.

Intervista a Sara Rattaro

Dal 12 febbraio è in libreria Sentirai parlare di me, il nuovo romanzo della scrittrice Sara Rattaro (già autrice di Il cacciatore di sogni). In questa intervista ci racconta qualcosa in più su Nellie Bly, prima reporter della Storia, e sul perchè la sua sia una storia da raccontare ai ragazzi oggi.

Bullismo: cosa leggere?

Contrastare il bullismo è possibile, ma bisogna riconoscerlo, dargli un nome, aiutare chi lo subisce. Leggere e comprendere una storia è un valido supporto.