Pregiudizi e coraggio in “Cuore di pugile”

DENTRO IL LIBRO

Attività e temi per approfondire.

Il contenuto

La storia nasce dall’incontro tra l’autrice e Irma Testa, campionessa mondiale di pugilato, che ha iniziato la sua carriera nella palestra Boxe Vesuviana di Torre Annunziata, in provincia di Napoli.
Irma viene da un quartiere difficile, dove i ragazzi vivono per strada, spesso lasciano la scuola e diventano grandi troppo presto. La sua famiglia, però, le ha insegnato il senso della giustizia, del sacrificio, del rispetto e dell’amore… Il resto l’ha fatto il maestro Zurlo, che l’ha accolta nella sua palestra di boxe e l’ha accompagnata fino alle soglie delle Olimpiadi di Rio 2016.
L’autrice ci fa conoscere la giovane Irma a dodici anni: attraverso le sue parole, si rivivono le vittorie, le sconfitte, il dolore fisico e le umiliazioni, le sofferenze e le gioie di questa campionessa fino ai suoi diciotto anni.
Irma è l’esempio di come una fragile e insicura ragazzina possa

vincere contro i pregiudizi della gente e le ingiustizie della società, grazie alla propria determinazione, alla forza, al coraggio e al sostegno di chi la ama.

Il materiale per l’insegnante

Nell’allegato sono disponibili alcune schede già pronte e spunti per iniziare con i ragazzi un percorso di studio, ricerca e riflessione sugli argomenti affrontati nel libro.

 



Devi essere registrato per commentare questa proposta.