Un viaggio nel mondo, con tolleranza e solidarietà

Nella città dei topi possiamo scoprire il concetto di tolleranza. A volte è semplice arrivare a capirsi, magari basta un po' di buon senso. Ce lo insegnano i protagonisti in questa storia: un viaggio alla ricerca di nuove strade che ci mostra anche una possibile via verso la tolleranza.

LA STORIA
A Malaerba la vita scorre tranquilla finché un giorno il paese viene messo sotto assedio da un esorbitante numero di topi che rosicchiano e distruggono tutto ciò che trovano.
Il panico serpeggia, ma il giovane bracciante Giovanni lancia un’idea: con il suo padrone Tonio e don Gaspare partirà, felice di vedere com’è fatto il mondo, per cercare qualcuno che aiuti Malaerba a fronteggiare l’emergenza. A colorire ulteriormente il gruppo, si aggiungeranno il consigliere del Principe e un maiale molto intelligente ma... decisamente poco principesco!
Di ritorno da un viaggio fatto di equivoci ma anche di solidarietà, Don Gaspare e Tonio scopriranno che l’intera popolazione si è trasferita sulle barche ancorate nel lago; i topi nel frattempo hanno abbandonato il paese dopo averlo ripulito per bene.

IL MATERIALE
Nel pdf in allegato alla pagina trovate alcune attività pronte e spunti di riflessione sulla tolleranza e altri temi presenti nel libro. Vi saranno d'aiuto per parlare in classe di questa storia, in cui è ben spiegato anche il concetto - quanto mai attuale - di convivenza con il diverso.

Vai all’animazione di “ La città dei topi”. 



Devi essere registrato per commentare questa proposta.