Andrea Satta è il cantante dei Têtes de Bois e fa il pediatra nella periferia romana. Questo mondo di cose concrete, bellissime, a volte difficili, gli consente di mantenere un rapporto con la vita reale e caratterizza la parte fantasiosa della sua opera. La casa della sua infanzia affacciava sul deposito dei tram e la mamma gli leggeva come favola della buonanotte I promessi sposi. A 8 anni viene selezionato per lo Zecchino d'Oro, ma la sobrietà familiare fa naufragare il progetto. È travolto da grandi passioni: la bicicletta, la geografia, la poesia e Léo Ferré. Con la sua band vince tre Targhe Tenco. Tra gli eventi da lui ideati: il Palco a Pedali, Stradarolo, Mamme Narranti.

Libri dell'autore