Scopri il libro

Impariamo a sbagliare! Emma e Dario scoprono la creatività

Storie, giochi, esercizi per allenare i bambini al più profittevole tra i talenti: la capacità di sbagliare.

Non sarebbe bello sentirsi più sicuri delle proprie capacità e vivere divertendosi, anche quando qualcosa non va come vorremmo? Una soluzione c’è: bisogna imparare a sbagliare! Le storie di Emma e di Dario aiuteranno i bambini a capire che molte persone si sentono come loro. E grazie a tanti giochi ed esercizi, scopriranno che fare errori è normale, e che anche gli sbagli possono renderci felici!

“La cosa più speciale è che durante la lettura, incontrerai Miss e Mister Sbaglio che hanno delle cose da dirti e molti giochi ed esercizi con cui personalizzare la tua esperienza con questo libro: è un volume sulla creatività, ovvero sugli infiniti modi per pensare le cose e realizzarle. I grandi lo chiamano “pensiero laterale”. Scoprirai che la creatività può essere la tua soluzione a molti problemi!” (dall’introduzine di Stefania Andreoli)


Perché leggerlo in classe

  • Un progetto ideato e messo a punto da Stefania Andreoli, nota psicoterapeuta ed esperta di genitorialità, attiva sui social e in tv.
  • Un concept originale che, attraverso un sapiente mix tra narrazione e attività pratiche, coinvolge il bambino e arricchisce il suo bagaglio di risorse emotive e creative.
  • Per imparare che saper sbagliare, e non avere paura di farlo, è il primo passo per essere liberi, volersi bene e offrire agli altri la migliore versione di sè, senza ansie da prestazione.

Clicca qui per leggere l’articolo con il video di presentazione dell’autrice.


Estratto di lettura

Scarica le prime pagine del libro

Autore

Stefania Andreoli

Stefania Andreoli, psicologa, psicoterapeuta e analista, lavora da molti anni con gli adolescenti, le famiglie e la scuola occupandosi di prevenzione, formazione, orientamento e clinica. Consulente tra gli altri per Walt Disney, Mondadori e De Agostini, è presidente dell'Associazione Alice Onlus. Scrive per il blog del Corriere della Sera "la 27ora". Collabora con il Ministero dell'Interno per le politiche di contrasto alla violenza di genere.