Scopri il libro

Ti nomino cavaliere – Eroi italiani ai tempi del Covid

Le meravigliose storie delle italiane e degli italiani che si sono distinti durante la crisi del coronavirus.

A marzo 2020 tutti hanno visto circolare in rete la foto di un’infermiera addormentata con la testa sul tavolo, appoggiata alla tastiera del computer, le protezioni anti-Covid ancora indosso. In questo libro raccontiamo la sua storia, ma non solo. Raccontiamo del tassista che, senza volere nulla in cambio, ha guidato dalla Calabria a Roma per portare una bimba in ospedale, le è stato vicino e poi l’ha riportata indietro, tutto in una notte. Raccontiamo di volontari della Croce Rossa che si sono offerti di intervenire nelle zone più a rischio per rimediare alla mancanza di personale nella fase più acuta dell’emergenza. Di lavoratori che hanno messo a disposizione il proprio tempo e la propria competenza, di chi ha continuato a fare il proprio dovere anche quando questo richiedeva un coraggio e una dedizione eccezionali. Raccontiamo storie di persone normali che hanno avuto la forza di diventare persone speciali. Questo libro racconta le storie di 56 ITALIANE E ITALIANI che durante la pandemia di Covid hanno saputo reagire con particolare competenza, senso civico e generosità, accendendo per tutti una luce di speranza in un momento così buio e meritando il titolo di Cavaliere della Repubblica. Una luce che può illuminarci a lungo.


Perché leggerlo in classe

  • La crisi legata al coronavirus lascerà ferite nel tessuto sociale, economico e psicologico degli italiani: queste storie di coraggio e speranza possono far intravedere un sentiero positivo e costruttivo, così importante per le giovani generazioni.
  • Per gli insegnanti uno strumento molto utile per parlare in classe del coronavirus anche attraverso storie esemplari.
  • L’autrice ha scritto i ritratti dei Cavalieri sulla base di interviste realizzate di persona.
  • Con un testo del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

 

Autore

Annalisa Strada

Annalisa Strada è nata in provincia di Brescia e fa l'insegnante. Ha sempre lavorato con i libri, fino a quando non ha iniziato a scriverli. Per Il Battello a Vapore ha pubblicato vari titoli all'interno delle serie classiche: "Allora non scrivo più", "Il rogo di Stazzema", "Ho un fratellino", "La Bella Addormentata è un tipo sveglio".