Scopri il libro

Questo bambino è una noce (AL)

Una storia di accoglienza che fa riflettere.

Il giudice Panatta è alle prese con un caso insolito: l’avvocata Marinetti afferma che il suo assistito, un bambino rifugiato che ha perso i genitori nella traversata per la libertà, è… una noce! Una schiera di rispettabili testimoni è pronta a confermarlo! Il giudice, incredulo, scoprirà che la differenza fra una favola e una storia vera sta tutta nel coraggio che abbiamo di crederci.


Perché leggerlo in classe

  • A 70 anni dall’approvazione della Convenzione relativa allo statuto dei rifugiati, una tenera storia di accoglienza e integrazione, che sfrutta lo stratagemma del bambino-noce per parlare con intelligenza e delicatezza di temi importanti ormai molto presenti delle nostre vite.
  • Il collegamento con il fenomeno dell’immigrazione e la multiculturalità, che riguardano l’Italia da molto vicino.

 

Autore

Beatriz Osés

Beatriz Osés (Madrid, 1972) ha studiato Giornalismo alla Universidad Complutense di Madrid e ha partecipato come speaker in numerosi workshop di scrittura creativa. I suoi libri le sono valsi diversi riconoscimenti, tra cui il Premio Joaquín Sama y Giner de los Ríos a la innovación educativa, il Premio Lazarillo de Creación literaria 2006, il Premio Internacional de Poesía Infantil Ciudad de Orihuela 2008 e il Premio de Novela Juvenil La Brújula 2010 per "El cuentanubes", finalista del Premio Nacional de Literatura Infantil y Juvenil 2011. Con "Il bambino che voleva essere una noce" ha vinto il Premio edebé de Literatura Infantil 2018.