Skip to main content

Stuntboy

Portico Reeves vive a Skylight Gardens, il condominio più grande del quartiere. È un posto vivace e movimentato, tra feste in cortile, tagli di capelli gratuiti e il misterioso Super. Detta così sembra tutt'altro che male, ma la verità è che la vita per Portico non è affatto facile. Sullo stesso piano abita Herbert Singletary Il Terribile, un ragazzo che non perde l'occasione di umiliarlo insieme agli amici teppistelli. E poi ci sono i suoi genitori, che hanno deciso di vivere in due appartamenti diversi e non fanno che litigare per spartirsi mobili e oggetti vari. Ma ci sono anche nonna Gran Gran, il gatto Un nome al giorno, e c'è Zola, la sua migliore amica, che come lui è una grande fan della serie Guerrieri Ipergalattici e lo aiuta a tenere a bada i br-br-brividi (o, meglio, l'ansia). Ed è insieme a lei che Portico si crea una nuova identità: quando il gioco si fa duro, ecco arrivare Stuntboy, il supereroe paladino del vicinato, capace di spettacolari acrobazie per aiutare chi è in difficoltà. Perché leggerlo in classe Un libro originale che con un linguaggio nuovo e fresco, tratta temi difficili: l’ansia, il divorzio dei genitori, le ingiustizie sociali. Estratto di lettura Scarica le prime pagine del libro
Luisella Marzaroli
31 Maggio 2022

Magellano e il tesoro delle Molucche

Nel Cinquecento, una linea immaginaria divide il mondo in due. A ovest domina la Spagna, a est il Portogallo. Al centro, nell'oceano Indiano, le Molucche, isole piene di ogni meraviglia. Per raggiungerle il re di Spagna dovrebbe invadere il campo avversario, altre vie non sono ancora note. Oppure... Oppure affidarsi all'intuizione del temerario e imperscrutabile Magellano: cercare il passaggio segreto che dalle Americhe conduce direttamente nelle terre d'Oriente. Dopo essere riuscito a raccogliere attorno a sé uomini tanto intrepidi da imbarcarsi senza sapere per quanto tempo resteranno in mare, Magellano, il più spaventoso capitano dei mari, affronterà ammutinamenti, tempeste, mari ghiacciati, tribù bellicose, ma alla fine riuscirà nell'ineguagliabile impresa: raggiungere l'isola delle Spezie, dimostrando una volta per tutte che la Terra è rotonda. A raccontare la straordinaria avventura è Pigafetta, lo scrivano di bordo, uno dei pochi a fare ritorno in Spagna a bordo dell'unico veliero superstite. Perché leggerlo in classe Una storia che esce dai libri di scuola per diventare avventura ed emozione, sullo sfondo dei fatti storici e delle grandi scoperte. Estratto di lettura Scarica le prime pagine del libro
Luisella Marzaroli
18 Maggio 2022

Negli occhi di Luna, i falò

Dopo alcuni anni trascorsi in America, Anguilla torna al paese della sua infanzia nelle Langhe. Il profumo dei tigli è sempre lo stesso, e anche le colline, le rive, le vigne, i boschi, sembrano gli stessi, come se fossero rimasti immobili ad aspettare un suo ritorno. Eppure a lui, che ormai è adolescente, sembra tutto diverso. Anguilla si sente invisibile. Agli occhi del padre, concentrato solo sullo studio e la carriera. E anche a quel paesaggio, che può godere solo dalla finestra nelle ore passate a recuperare una materia di scuola. L'unica che riesce a vederlo - nonostante abbia perso proprio la vista -, che sa leggere i suoi desideri e ne intuisce il destino è la nonna. Ma poi arriva Luna, ragazza magica come la natura che abita. Tenendola per mano, alla luce di falò misteriosi, Anguilla si immergerà nel fiume, metafora di rinascita, e troverà il coraggio di trasformare la passione per i libri e la scrittura in vita. Perché leggerlo in classe Un romanzo di formazione e di avventura che percorre i temi, i luoghi, la lingua de La luna e i falò e conduce, in un gioco di continue citazioni che fa da ponte alla lettura del grande scrittore piemontese. Estratto di lettura Scarica le prime pagine del libro
Luisella Marzaroli
12 Maggio 2022

La casa di Paolo

Lorenzo ha quindici anni, gioca a calcio, ha una sorellina che lo adora e una mamma per la quale stravede. Prova invece rabbia nei confronti del padre che, da quando è stato licenziato, passa le giornate a letto e sembra non avere a cuore nulla. È una rabbia profonda come un buco nero e così potente da provocargli attacchi di ansia che gli bloccano il respiro. Quando la professoressa Ghidini entra in classe annunciando che, come progetto speciale del nuovo anno, studieranno la storia di Paolo Borsellino, Lorenzo non immagina proprio che questo cambierà tutto. Paolo, con la sua voglia di fare del bene, con il suo desiderio di giustizia, con il suo coraggio e l'amore per il proprio lavoro di magistrato, irromperà nella vita di Lorenzo come un amico inaspettato: lo prenderà per mano e gli darà la forza di reagire, mostrandogli, con il suo esempio, che anche il nemico più difficile può essere sconfitto. Che si tratti della mafia, o della parte più buia di noi stessi. Perché leggerlo in classe Con chiarezza ed efficacia, il libro racconta ai ragazzi, nel trentennale delle stragi di Capaci e via d’Amelio, la figura carismatica ed esemplare di Paolo Borsellino e gli anni del pool antimafia. Estratto di lettura Scarica le prime pagine del libro
Luisella Marzaroli
5 Maggio 2022

Così parlò Lupo Blu

Le generazioni vanno, le generazioni vengono, ma una buona Storia cambia per sempre la Vita di chi la riceve. Sono queste le parole che Lupo Blu ascolta in un dolce crepuscolo di primavera nella prateria ventosa dove è nato. Per lui, un lupo che non riesce a cacciare ma ama raccontare, vivere secondo le leggi del Branco non è facile. Poi però il Destino lo chiama a fare la propria scelta, e tutto cambia. Per il protagonista comincia infatti un viaggio di conoscenza attraverso le quattro stagioni della vita e i quattro angoli del mondo. Passo dopo passo, la sua voce darà vita alle Storie di Lupo Blu, favole poetiche e senza tempo, che parlano di amore e dolore, perdita e rinascita, resilienza e coraggio. Ed è proprio nel raccontare che Lupo Blu troverà un senso alla propria vita, in un cerchio perfetto, che unisce passato e futuro, principio e fine, partenza e ritorno... Perché leggerlo in classe Così parlò Lupo Blu è un'avventura senza tempo, nella natura selvaggia, e racconta con il linguaggio della fiaba che ognuno è speciale a modo suo, e che la fantasia è più forte della violenza. Estratto di lettura Scarica le prime pagine del libro
Luisella Marzaroli
3 Maggio 2022

La notte del nostro primo film

Che succede se un bel giorno il cane dei nuovi vicini azzanna la tua gallina migliore? E se poi proprio il figlio di quel vicino, tale Vusi, finisce per farti domande inopportune? Ecco, per Clucky la faccenda si conclude tirando a Vusi un bel pugno sul naso. Ed è solo l'inizio della storia. Dopo questo primo incontro, infatti, i due decidono di firmare un armistizio in nome di un progetto comune: girare un film di zombi. E piano piano capiscono di non essere poi così diversi da come pensavano, uno fissato con i numeri e le operazioni, l'altro con il cinema dell'orrore, ma entrambi alle prese con guai ben più grandi di loro: il padre di Clucky è morto e da allora la madre non esce di casa, mentre Vusi è affetto da una grave forma di leucemia. Tra corse proibite in bicicletta, fiumi di sangue finto e riprese in vecchi capannoni abbandonati, Clucky e Vusi sfideranno l'impossibile, trascinandoci nell'avventura e nel mistero. Facendoci ridere e piangere. Mostrandoci che nessuna forza è maggiore di quella che tiene stretti due amici. E che per ogni fine c'è sempre un nuovo inizio. Perché leggerlo in classe La storia ha un impianto semplice, facile da seguire, ma le vicende si susseguono a un bel ritmo, che tiene stretti alla pagina. Commovente, tocca i temi della morte e della malattia, della povertà e della delinquenza, in modo delicato e non banale. Estratto di lettura Scarica le prime pagine del libro
Luisella Marzaroli
19 Aprile 2022

La paura del leone

Piaccia o no, i cacciatori sono fondamentali per il mondo animale, dove tutto si basa sulla relazione tra il predatore e la sua preda, tra chi corre per nutrirsi e chi scappa per salvarsi la vita. E chi scappa per salvarsi vive un'emozione che anche noi umani conosciamo bene: la paura. "Tutti gli animali hanno paura, e per questo motivo adattano il loro comportamento alle situazioni e imparano a con-vivere, nel senso di vivere insieme. Studiando la paura si può capire come funzionano gli ecosistemi e come funziona, in fin dei conti, tutto il nostro mondo" spiega Chiara Morosinotto, biologa evoluzionistica specializzata nei comportamenti animali. Per mostrarci come la paura incida spesso in modi inimmaginabili sulla vita di tutte le creature, uomo compreso, Chiara ci guida attraverso le sue ricerche, mettendo al servizio di noi lettori il suo sguardo di scienziata e di attenta osservatrice della realtà. Il risultato è un volume ricco e coinvolgente, scritto insieme al fratello Davide, dove ogni esperienza è un'avventura, ogni scoperta un racconto. Perché leggerlo in classe Un testo scientifico,ma avvincente e brillante, scritto in prima persona da una giovane scienziata che può rivelarsi di ispirazione per ragazze e ragazzi. Il libro è adatto a lettrici e lettori dai 10 anni in su, ormai capaci di apprendere a fondo i concetti scientifici. Estratto di lettura Scarica le prime pagine del libro
Luisella Marzaroli
15 Marzo 2022

Il fiume al contrario

Conosci il fiume Qjar? Quello che scorre al contrario, le cui acque rendono immortali chi ne beve anche solo una goccia? Quando Hannah, una ragazza di dodici anni, entra nella bottega di Tomek alla ricerca di quell'acqua magica, il giovane droghiere resta senza parole. Lui, orgoglioso di offrire nel suo negozio tutto ciò che al mondo c'è di più utile, non ne ha mai sentito parlare. Incuriosito e affascinato, Tomek decide di lasciare il suo piccolo villaggio e di mettersi sulle tracce di Hannah, partita alla ricerca del fiume al contrario. Un viaggio incredibile, che condurrà i due ragazzi ai confini della Terra, attraverso mondi fantastici popolati da creature insolite e meravigliose: il villaggio dei Piccoli Profumieri, la Foresta dell'Oblio, Ban Baitan, l'Isola Inesistente... Riusciranno Hannah e Tomek a trovare il fiume Qjar? O qualcos'altro, di ancora più grande, li aspetta? Perché leggerlo in classe Questo è un romanzo classico, che ricorda i capolavori della narrativa fantastica, e il viaggio iniziatico di Tomek è pieno di insegnamenti e rivelazioni. Un racconto sospeso tra fiaba e filosofia, una scrittura che ammalia il lettore trascinandolo in un'avventura emozionante. Una storia di formazione senza tempo, adatta a piccoli e grandi lettori, dalla penna del vincitore del Premio Astrid Lindgren 2021.  
Luisella Marzaroli
8 Marzo 2022
io sono persefone

Io sono Persefone

Il destino di Core, giovane dea, è già stato scritto: regnerà sulla natura, assicurando terreno fertile e raccolti abbondanti. E, soprattutto, non si innamorerà mai, rimanendo casta per sempre. È ciò che sua madre, Demetra, ha deciso per lei e che Core ha sempre creduto di desiderare. Ma il fato è imprevedibile, anche per una divinità dell'Olimpo. Durante una passeggiata tra i campi ai piedi dell'Etna, Core viene rapita: Ade, il sovrano degli Inferi ha scelto proprio lei come sua regina. Improvvisamente, la giovane dea si trova sola in un mondo tenebroso e sconosciuto, popolato da anime defunte e divinità mostruose: gli Inferi sono la sua nuova casa, e Persefone il suo nuovo nome. Fuggire, il suo unico obiettivo. Ma gli opposti esistono solo nella nostra mente, o almeno è ciò di cui vuole convincerla l'oscuro signore degli Inferi. Nel regno della morte, le certezze di Core, dea della vita e della fertilità, cominciano a vacillare. Tocca soltanto a lei, ora, scrivere il proprio destino e scegliere: a quale mondo appartiene davvero? Persefone è una protagonista senza tempo, alla ricerca, come tutti noi, della propria voce, in un viaggio nelle profondità degli Inferi e dell'animo umano. Perché leggerlo in classe Per avvicinare i ragazzi alla mitologia in modo accattivante. Persefone è una protagonista senza tempo, alla ricerca, come tutti noi, della propria voce: il suo viaggio nelle profondità degli Inferi e dell'animo umano è qui raccontato dal professore romano che ha conquistato i social con le sue lezioni di mitologia…
Luisella Marzaroli
8 Marzo 2022

Archie, il bambino che parlava agli elefanti

Kenya, 1947. Archibald Arthur Cunningham vive a Kericho, in Africa, dove i genitori sono proprietari di una fiorente piantagione di tè. Ha solo cinque anni quando in un villaggio vicino viene al mondo un'elefantina. Un evento straordinario, che cambierà le sue giornate: dopo il primo sguardo, tra i due nasce un'amicizia fatta di giochi, avventure e musica. Archibald diventa così lo mtoto anayeongea na tembo, il bambino che parlava agli elefanti. Quando, sei anni dopo, la famiglia Cunningham è costretta a tornare in Inghilterra, la separazione è dolorosa sia per il ragazzino sia per l'elefantessa. Passa molto tempo, e la vita porta Archibald sempre più lontano da Jumbo. Eppure il loro legame non si interromperà mai: né i cambiamenti di continente, né i molti colpi di scena dell'esistenza, riusciranno a cancellare il sentimento che lega un ragazzo e un'elefantessa, l'uomo e la natura. Lluís Prats, con la sua narrazione schietta e magica al tempo stesso, dà vita a due personaggi indimenticabili. La storia di Archibald rimarrà impressa nell'immaginario di ogni lettore disposto ad aprire il suo cuore alla natura e alla libertà. Perché leggerlo in classe Perché racconta l’amore profondo di un uomo per un animale e per la sua terra. Perché sensibilizza e fa ragionare sulle violenze ingiustamente subite dagli animali.
Luisella Marzaroli
8 Febbraio 2022

Per chi splende questo lume

Virginia e Fatima si incontrano in una stanza d'ospedale. Virginia ha avuto un malore, Fatima aspetta che un medico le tolga la sardina che si è infilata nel naso. Fatima è una bambina curiosa e vuole conoscere la lunga vita di Virginia. «Cosa hai fatto prima?» le chiede, e Virginia non si tira indietro. In un viaggio a ritroso nel tempo, la donna ripercorre la sua vita straordinaria. La nascita a Roma e l'infanzia in Italia. Il trasferimento a Rodi, a 13 anni, quando il padre viene nominato direttore della scuola ebraica dell'isola. Il mare, gli anni felici, l'incontro con il futuro marito. Ma Virginia ricorda anche le Leggi razziali, l'arresto da parte dei nazisti e la deportazione. Racconta, con delicatezza e onestà, quello che è stato l'orrore più grande della sua vita: l'internamento ad Auschwitz. Eppure la luce di Virginia continua a splendere anche dopo il campo, anche dopo l'atrocità della Shoah. Ed è così che racconta a Fatima come ha ricostruito la propria vita. Una vita che la porterà in Congo e infine come maestra a Venezia, dove finalmente, a un passo dalla pensione, troverà il coraggio di raccontare la sua esperienza nel lager, taciuta fino ad allora. «Entrai. Avevo davanti agli occhi la mia ultima quinta elementare: ero stata per loro la maestra Virginia per cinque anni. Non mi sono seduta alla cattedra ma sono rimasta in piedi, a metà strada tra la lavagna e i primi banchi, come chi ha qualcosa da dire ma non sa…
Luisella Marzaroli
19 Gennaio 2022

Babbo Natale e l’inaspettata Neve

Babbo Natale ha messo su famiglia! Vivere con Bice e la piccola Neve è meraviglioso, ma anche strano, per lui che è rimasto a lungo da solo e che i bambini di solito li conosce solo per lettera. Come legare con Neve? Far ballare i calzini spaiati nella lavatrice o volare tra le stelle a bordo della slitta potrebbe essere un buon inizio, ma non basta: per diventare un vero papà, Babbo Natale dovrà ricordare qual è il dono più importante di tutti. Dopo Il secondo lavoro di Babbo Natale e Babbo Natale fa gli straordinari, l'avventura continua! Perché leggerlo in classe Un’avventura fantastica, molto divertente, ma anche un racconto emozionante sulla magia di adottarsi. La storia è arricchita dalle strepitose illustrazioni di Sergio Olivotti, capaci di trascinare in un mondo coloratissimo e di far sorridere i piccoli lettori! Estratto di lettura Scarica le prime pagine del libro
Luisella Marzaroli
15 Ottobre 2021