La Shoah non uccide la speranza
 

di LeggendoLeggendo | Inserito il 09 gennaio 2017
uomo treno
Tipo di proposta:
Fascia d'età:
Argomenti:

DENTRO IL LIBRO

Attività e temi per approfondire.

Il contenuto

Il libro è uno straordinario affresco dell’Italia occupata dai nazisti: disperata, povera, affamata, ma sempre ricca di un’umanità palpitante, generosa e coraggiosa.
Nel romanzo non c’è una sola storia, come non c’è un solo protagonista: si parla dell’Orso, un reduce della Grande Guerra, solitario e generoso; si parla di Giuliana, che vede la vita attraverso l’obiettivo della sua macchina fotografica, con cui ferma volti e momenti; si parla di Andrea, che insegue disperatamente la sua famiglia deportata dai nazisti e di Pietro, suo malgrado dalla parte degli oppressi e dei disperati. Ne risulta una lettura coinvolgente, commovente, satura di emozioni e di sentimenti, attraverso la quale la Storia con la “S” maiuscola si intreccia con le tante storie di uomini, donne, bambini che dalla vita vogliono cose universali e preziose come la pace, l’amore, la famiglia.

Il materiale per l’insegnante

Nell’allegato sono disponibili alcune schede già pronte e spunti per iniziare con i ragazzi un percorso di studio, ricerca e riflessione sugli argomenti affrontati nel libro.


Devi essere registrato per commentare questa proposta.

PROPOSTE CORRELATE

Leggi il blog di LeggendoLeggendo

Bullismo: cosa leggere?a cura di LeggendoLeggendo

Uno dei modi per contrastare il bullismo è riconoscerlo, dargli un nome, aiutare chi lo subisce. Leggere e comprendere una storia è un valido supporto.

Vai >

I Vortici: una collana “graffiante” per i giovani lettori a cura di LeggendoLeggendo

L’editor Chiara Fiengo presenta la nuova collana del Battello a Vapore: i “Vortici”. Autori pluripremiati ed esordienti, temi sfidanti, storie graffianti, personaggi in cui immedesimarsi, vicende per riflettere.

Vai >

Come parlare ai bambini delle emozioni?a cura di LeggendoLeggendo

Mondadori Ragazzi propone una nuova collana di libri per bambini, “Le mie emozioni”: abbiamo intervistato l’autrice Silvia Serreli.

Vai >