Dialogare con i bambini, anche a distanza

By 18 Marzo 2020 Attualità, Scuola
dialogare

Lunedì 16 marzo 2020
“Cari bambini,
molti di voi speravano di tornare a scuola oggi. Invece il rientro nelle aule è rimandato ad aprile.
Dovete essere pazienti. Essere pazienti non vuol dire essere rassegnati, deboli, sfiduciati. Al contrario, vuol dire essere fiduciosi, resistenti, coraggiosi.”

Inizia così la lettera che lunedì scorso l’autore Angelo Petrosino ha pubblicato sul suo sito www.angelopetrosino.it, dove ha creato la sezione Diari e pensieri di giorni difficili.

Con l’intento di rimanere in contatto con i suoi giovani lettori in questi giorni di chiusura delle scuole, l’autore invita i bambini a scrivere e condividere ciò che preferiscono. Ecco dunque un intenso fiorire di scritti pieni della spontaneità dei piccoli. Raccontano le loro nuove abitudini, le lezioni a distanza, le idee per trascorrere il tempo in casa, le letture…

I giovani lettori scrivono con affetto e non esitano nel condividere emozioni, pensieri e preoccupazioni. Un dialogare continuo che non può che far bene.

E ogni tanto ricevono dall’autore anche un invito a creare una filastrocca, o a fare qualche piccola ricerca sull’uso sulle parole, in un originale mix di passatempo e riflessione.
Dunque, per dirla con le parole di Petrosino, un momento in cui “ragionare con la testa, per prendere le decisioni giuste, e sentire con il cuore, per essere vicini agli altri.”

Potete scaricare qui la sua lettera di lunedì 16 marzo.