Fazzoletti rossi, a scuola e in videolezione

By 20 Aprile 2020 Maggio 4th, 2020 Senza categoria
fazzoletti rossi
Roberta Marasco, autrice di Fazzoletti rossi (Il Battello a Vapore), propone un interessante esercizio di scrittura e qualche spunto di discussione sui temi al centro del suo romanzo: l’amicizia e solidarietà tra ragazze, affrontare lo sviluppo e l’arrivo del ciclo mestruale, il superamento dell’imbarazzo nei confronti del corpo che cambia. Regala inoltre ai lettori Il diario di Camilla durante il confinamento.

Sono passati alcuni mesi dalla fine della storia raccontata tra le pagine di Fazzoletti rossi. Adesso per colpa del Covid-19 anche le protagoniste sono costrette a restare a casa. E se è difficile per tutti, come la prenderà Lorenzo, il fratello di Camilla, che si era barricato in casa in segno di protesta e che era uscito finalmente solo dopo settimane? Come affronterà il confinamento l’elegantissima matrigna di Camilla, adesso che ha dovuto rinunciare alla signora delle pulizie? E Camilla, come la vive? Com’è restare chiusa in casa con una famiglia che aveva appena iniziato a conoscere? Com’è fare lezione online con i nuovi professori?

Ecco allora qualche pagina del diario di Camilla di questi giorni. Perché se succede a tutti, anche ai protagonisti dei libri, forse sarà più facile sorriderne insieme e sentirci meno soli. E più ottimisti.
Non solo. Il diario di Camilla è anche una proposta di attività per questi giorni di scuola a distanza. Durante il confinamento infatti iniziare a scrivere un diario può diventare una risorsa preziosa per i ragazzi, per capire meglio quello che provano, per documentare queste giornate così strane, per affrontare la solitudine. Il diario di Camilla può essere l’occasione per sollevare l’argomento con i ragazzi, per riflettere sul concetto di intimità, proprio adesso che sono chiusi in casa e che le videolezioni hanno spostato bruscamente il limite, mostrando aspetti della loro vita e della vita degli insegnanti che prima restavano vietati allo sguardo.
Ecco allora qualche spunto di riflessione e un esercizio pratico.

Camilla inizia a scrivere un diario durante il confinamento, ma anche durante il romanzo sente l’esigenza di raccontarsi, di confidarsi, quando le sembra di non poterlo fare con nessuno. Per questo, quando le arrivano le mestruazioni e non sa con chi parlarne, decide di registrare un video. Con conseguenze che non avrebbe mai immaginato…

  1. Che differenze ci sono fra scrivere un diario e registrare un video? Lo facciamo per motivi diversi? Che tipo di dialogo si instaura nei due casi? Con chi?
  2. Le storie di Instagram e i video di TikTok sono i diari dei nostri giorni? Abbiamo ancora bisogno di intimità e di parlare solo con noi stessi?
  3. Quanto è importante lo spazio in cui scriviamo un diario? Possiamo scriverlo ovunque? O sentiamo il bisogno di farlo nella nostra stanza?
  4. Che cosa succede quando mostriamo la nostra stanza in un video su YouTube o TikTok? La sentiamo meno nostra? Diventa meno privata? E quando vediamo le stanze degli altri?
  5. Che cosa considerate privato e che cosa no?
  6. Quali diari famosi vi vengono in mente? Sapreste citare qualche film o serie tv che prende le mosse da un diario, o finge di farlo?
  7. Come è cambiata in questi giorni di confinamento la vostra intimità? Ne avete di più? Di meno? E con gli amici? A scuola?
  8. Le videolezioni da casa hanno cambiato il vostro modo di vedere gli insegnanti o i compagni? Vi hanno avvicinati in qualche modo? O vi hanno fatto sentire più lontani?
  9. Immaginate di scrivere una pagina di diario: a chi vi rivolgete? Di che cosa parlate? Che linguaggio usate? Cosa non scrivereste mai sul vostro diario? E cosa infilereste fra le pagine?

Scegliete una delle vostre ultime storie di Instagram e provate a trasformarla in una pagina di diario. Che cosa cambia? Avete aggiunto qualcosa? Perso qualcosa?

Ora provate in gruppo: scegliete la storia Instagram di un personaggio famoso e poi provate, individualmente, a trasformarla nella pagina di un diario. Poi confrontatele: si assomigliano? Sono completamente diverse? Che immagine del personaggio emerge dai testi?

 

Scoprite di più su Fazzoletti rossi di Roberta Marasco (Il Battello a Vapore) qui!