Perché leggere libri gialli in classe

By 27 Aprile 2022 Maggio 6th, 2022 Narrativa, Scuola
cover LL gialli

Quando si parla di romanzi di genere si tende a considerarli di secondo livello: per l’intrattenimento vanno bene, ma per crescere e formare un pensiero critico no.

Eppure per imparare qualcosa non bisogna per forza annoiarsi: i libri per le fasce d’età 0-16 sono dei maestri in questo senso, perché ci insegnano come i generi sono solo etichette per catalogare i libri sugli scaffali.

Uno dei generi più amati da ragazze e ragazzi è senza dubbio il giallo, ma perché? Proviamo a fare un po’ di chiarezza.

C’è giallo e giallo

Facciamo una piccola premessa. Non tutti i gialli sono uguali. Quindi, se vuoi realizzare un laboratorio narrativo o di scrittura creativa sul genere, è importante sapersi orientare per capire quali libri scegliere.

Il giallo è un macro genere che racchiude diverse narrazioni a seconda del modo in cui il crimine viene trattato.

1. Il Mistery

Il cuore dei romanzi Mistery è come e perché è stato commesso un delitto. Alcuni degli elementi tipici sono:

  • la polizia corrotta, che accetta di chiudere un occhio sotto compenso
  • il detective privato che indaga: generalmente è un vero genio, che risolve il caso con la scienza e la logica
  • chi commette il reato, spesso gangster: si fa guidare dall’onore personale e inventa trame fantasmagoriche per confondere le piste
  • i delitti che vengono commessi avvengono spesso tra classi sociali diverse: un velato intento di ristabilire un ordine tra ricchi e poveri oppure vendicare dei soprusi
  • scoprire chi è il colpevole è difficilissimo: il delinquente compare dalle prime pagine ma è insospettabile, e quando lo scopriamo… rimaniamo di stucco!

I Mistery piacciono ai ragazzi perché è davvero troppo divertente seguire tutte le assurdità che il delinquente mette in campo. Stimolano la creatività e il ragionamento logico. Il detective geniale, inoltre, è divertente e aiuta l’immedesimazione. Ecco alcuni titoli di questo genere:

sherlock holmes

Sherlock Holmes e il Mastino di Baskerville
con gli scarabocchi di Jack Noel

Come nei più classici Mistery, qui troviamo un caso assurdo, indizi ancora più strani e uno dei detective più geniali mai creati.

Il tutto condito da fumetti, attività e mappe realizzate da Jack Noel. Il testo di Arthur Conan Doyle è fedele (anche se è stato tagliato giusto un pochino).

Lo strano caso della libreria Dupont e Un nuovo caso alla libreria Dupont
di Fabrizio Altieri 

Due ragazzini geniali, un poliziotto sospettoso e un libreria chiusa da tempo sono gli ingredienti di questo intricato mistero!

Sullo sfondo ci sono Parigi, i cunicoli sotterranei, topi e incendi. Un caso intrigante da risolvere insieme alla classe, per scoprire insieme come anche le persone più strampalate possano trovare il modo di volersi bene e superare le difficoltà.

chiusi fuori

Chiusi Fuori
di Marco Malvaldi

Zoe e Achille sono due fratelli: la prima è appassionata di libri gialli, il secondo di cucina. A Collerotondo, il paese dove si sono appena trasferiti, viene ucciso lo chef di un ristorante stellato.

Saranno proprio gli indizi trovati dai ragazzini ad aiutare una ex investigatrice a risolvere il caso e scovare il colpevole.

2. Il Noir

Il cuore dei romanzi Noir è il rapporto che si crea tra il protagonista e il delitto commesso:

  • non c’è una vera e propria indagine
  • la persona che indaga è una persona comune, che cerca il colpevole perché il caso o il reato in qualche modo gli appartengono
  • si entra nella psicologia dei personaggi e anche in quella del malvivente
  • non sempre il caso viene risolto

I Noir piacciono ai ragazzi perché sono pieni di suspence e nella storia si entra in contatto anche con la mentalità del colpevole per capire meglio i moventi. Queste storie offrono tantissimi spunti di riflessione e sviluppano anche il pensiero critico, dando anche la possibilità di capire le motivazioni di chi commette il reato (giuste o sbagliate che siano). Ecco alcuni titoli:

linus

Detective Linus. Un giallo tutto da ridere
di Angelo Mozzillo, illustrazioni di Davide Panizza

Linus ha una segretaria (che ad alta voce chiama “mamma”), un informatore segreto (il suo migliore amico), un vicino rompiscatole (che è un vero detective) e un criminale da scovare: qualcuno sta infatti progettando di rubare il Falcone Turchese, un prezioso manufatto conservato nel museo della sua città.

Riuscirà a suon di risate a scovare chi si cela dietro ai furgoni verdi appostati in tutta la città?

funeral party

Funeral Party
di Guido Sgardoli

Sfortunato Forte muore pochi giorni prima del suo centesimo compleanno: alla veglia funebre si ritrovano persone originali e stravaganti, che raccontano le vicende che hanno vissuto e condiviso con il defunto.

Ma tra i partecipanti c’è anche un poliziotto in pensione, convinto che Sfortunato sia un assassino: riuscirà a trovare le prove che cerca?

killer gamer

Killer Gamer
di Simone Laudiero

Quando Anton, famoso gamer, viene assassinato, Pietro, un suo grande fan, vuole scoprire il colpevole. Cercare le prove online, però, è molto rischioso, soprattutto se il killer scopre il tuo gioco e si mette sulle tue tracce…

Oltre all’indagine, nel libro si approfondisce molto il rapporto tra il mondo reale e virtuale.

complotto al nido del falco

Complotto al nido del falco
di Alessandro Perissinotto

Marcel finisce, per sbaglio, in un gruppo di giovani ambientalisti per un ritiro formativo: si reca quindi al Nido del Falco, un forte sulle Alpi.

Cominciano a succedere fatti strani e, dopo le prime indagini, lui e i suoi amici sospettano i professori del campo. Ma qualcuno è già sulle loro tracce…

In uscita il 18 maggio 2022.

3. Thriller

Il cuore dei romanzi Thriller è la modalità con cui verrà scoperto e catturato il delinquente e la connessione tra chi commette il reato e chi indaga.

  • è il sottogenere con gli avvenimenti più pericolosi per il protagonista, perché anche lui rischia di rimanere vittima del killer in azione
  • il lettore sa chi è il colpevole e lo vede agire
  • il protagonista deve capire perché il delinquente fa quello che fa e questo avviene attraverso il confronto diretto
  • spesso c’è un serial killer

I Thriller piacciono ai ragazzi perché attraverso di essi vengono esorcizzate le paure più profonde, come quella della morte. Questi romanzi affrontano temi forti ma necessari per la crescita.

Ragazzi e ragazze sono bombardati di notizie di cronaca nera e nelle serie tv le scene sono spesso molto esplicite: la lettura di storie thriller permette di provare emozioni forti senza viverle in prima persona entrando in empatia con i protagonisti.

Di questo sottogenere fanno parte anche le storie di true crime, ultimamente molto popolari in podcast e serie tv.

Ecco tre titoli di questo genere:

fino alla fine del fiato

Fino alla fine del fiato
di Marco Magnone

Seba e Filo sono migliori amici: come ogni anno vanno in un rifugio in montagna per parlare di ambiente, politica, scuola. Durante la prima sera di festa, però, un uomo imbraccia un fucile e spara ad una persona sul palco.

La caccia del killer inizia e i ragazzi scappano, si nascondono e cercano di sopravvivere, fino alla fine del fiato.

dieci piccoli inquilini

Dieci piccoli inquilini
di Pierdomenico Baccalario e Alessandro Gatti

Il commissario Lucius Asgren viene chiamato al condominio Cenere per risolvere l’omicidio di uno dei dieci inquilini. Dopo ogni interrogatorio, però, un nuovo inquilino muore e il cerchio si stringe sempre di più in una trappola spietata.

Tra tensione e intrighi, il libro può essere considerato il “giallo perfetto”, ideale per approfondire scrittori noti del genere come Agatha Christie, da cui gli autori prendono ispirazione.

I segreti di Acquamorta
di Fabio Geda e Marco Magnone

Una serie di romanzi basata su atmosfere tipiche da thriller: misteri, pericoli e un pizzico di paranormale sono gli scenari dove agisce un gruppo di ragazzini, che indaga per risolvere vari casi di omicidio.