Giorno della Memoria: la voce di una grande autrice per parlarne ai ragazzi

By 19 Gennaio 2021 Gennaio 22nd, 2021 Narrativa, Scuola, Storia
lia levi

Il 27 gennaio 1945 le truppe sovietiche della 60ª Armata del maresciallo Ivan Konev arrivarono per prime presso la città polacca di Oświęcim (in tedesco Auschwitz). Scoprirono il vicino campo di concentramento, e liberarono i superstiti. La scoperta di Auschwitz e le testimonianze dei sopravvissuti rivelarono al mondo l’orrore del genocidio nazifascista.

In Italia la legge sulla Memoria è stata approvata nel 2000, diventando operativa nell’anno successivo: da quel momento il 27 gennaio è il giorno dedicato alla conservazione delle testimonianze di ciò che è stato. Ad Auschwitz, e in tutto il mondo.

Per questa importante ricorrenza, quest’anno LeggendoLeggendo vi propone la Settimana della Memoria: sette giorni di letture, approfondimenti e contenuti speciali per voi e per il vostro lavoro in classe.

Non potevamo che iniziare così, con un video esclusivo dedicato a tutti i docenti e realizzato da Lia Levi. L’autrice, da sempre portavoce della Memoria, firma quest’anno Il giorno della memoria raccontato ai miei nipoti (Il Battello a Vapore).
In un dialogo fatto di domande, curiosità e riflessioni, Lia Levi racconta il significato del Giorno della Memoria. Attraverso le date della Storia, a partire dal 27 gennaio 1945, ripercorre la sua infanzia segnata dalle Leggi razziali e dall’occupazione nazista. Ma lo fa in modo speciale, rivolgendosi ai suoi nipoti. E a tutti i giovani lettori che negli anni ha incontrato nelle scuole d’Italia, e che le hanno posto migliaia di domande.

Al termine del video, Lia Levi segnala la sua disponibilità a rispondere alle domande o ai dubbi degli insegnanti. I docenti interessati possono inviare una comunicazione a: leggendoleggendo@edizpiemme.it