Skip to main content

Il canto della balena

La balena si tuffò, riemerse, recuperò ogni canto che aveva creato e abbandonato alle onde. Li cantò tutti, subito, in un grido di musica che sfrecciò attraverso l'oceano. E dopo gli anni in cui aveva chiamato e cercato, dopo tutto quel tempo e la solitudine, dopo tanti richiami rimasti inascoltati e senza risposta, la balena pensò che forse, finalmente, qualcuno era in ascolto. Perché leggerlo in classe Una storia che parla di disabilità e di inclusione. Per ragionare con i ragazzi su come quelle che spesso vengono definite debolezze possono essere in realtà dei punti di forza.  
Luisella Marzaroli
29 Gennaio 2024

La luce dei giorni

Zivia, Frumka, Renia, Hantze, Bela, Gusta, Chajka sono giovani donne che il destino ha costretto a vivere i giorni più bui della Storia: quelli dell'occupazione nazista della Polonia, della persecuzione e dello sterminio degli ebrei. A unirle, una scelta estrema: hanno lanciato la loro sfida a un nemico sanguinario, autore del peggior crimine contro l'umanità di tutti i tempi. Queste ragazze hanno messo a ferro e fuoco i ghetti dentro i quali erano rinchiuse, hanno fatto saltare in aria ferrovie e collegamenti, rubato armi e documenti sotto il naso della Gestapo, protetto bambini e messo al sicuro chi aveva bisogno; hanno sopportato il freddo, la fame, l'odio e l'indifferenza della gente, sono state ferite e imprigionate. Alcune sono riuscite a salvarsi, altre no. Ma tutte hanno lottato senza arrendersi e insieme hanno acceso una luce nelle tenebre di quei giorni. Le storie vere di donne straordinarie riprendono vita tra queste pagine per ricordare che anche nell'ora più buia la speranza e il coraggio possono continuare a brillare. Perché leggerlo in classe Una storia che parla di resistenza, della forza delle donne ebree nei ghetti nazisti e del loro coraggio. Un libro per conoscere quello che c'è stato e non dimenticare mai.  
Luisella Marzaroli
25 Gennaio 2024

La guerra di Millie

«Ho pensato che ti sarebbe piaciuto tenere un diario» disse la nonna, «ma adesso ho un'idea migliore. Usalo per ricordare le cose belle del mondo, le cose cui tieni di più. Famiglia e amici, albe e tramonti, gli uccelli nell'aria e i pesci nella baia. Cose che sembrano perdute o morte: tienile vive, al sicuro in questo taccuino. Scrivi. Disegna. Tutto quel che è perduto resta vivo se lo ricordiamo.» Una storia che racconta la Seconda guerra mondiale da un punto di vista inedito, dalle spiagge della California, in un luogo che non è stato toccato direttamente dalla guerra, ma in cui la protagonista sente lo stesso il peso di ciò che sta succedendo. Perché leggerlo in classe Un romanzo storico che racconta uno spaccato di vita durante uno dei periodi più bui del secolo scorso.  
Luisella Marzaroli
25 Gennaio 2024

Storia del Vajont

Curve, un semaforo, una galleria e poi Lei. Così si arriva alla diga del Vajont, e così arrivano, una mattina di primavera, un padre e un figlio a quella che all'inizio degli anni Sessanta è stata la diga più alta del mondo e teatro di una delle più grandi tragedie italiane. Una storia fatta di montagne, di uomini e numeri, colpe e responsabilità. È la storia della costruzione della diga del Vajont, della sua parte visibile e di quella invisibile, di tutte le cose taciute, dei segnali e dei rischi mal calcolati e ignorati. Floriano e il figlio Alessandro ripercorrono le tracce del nonno Luzio, che a quel cantiere ci ha lavorato, ma la vera protagonista di questo racconto è l'acqua, ciò che ne abbiamo fatto negli anni e ne stiamo facendo tutt'ora. E per riuscire a comprenderlo, le parole di chi questa storia la conosce molto bene ci guideranno tra i paesi e gli abitanti delle montagne che circondano la diga - Erto, Casso e Longarone - e poi nelle aule del processo che seguì la sera del 9 ottobre 1963. Perché leggerlo in classe Per raccontare anche ai più giovani, in maniera delicata, una delle tragedie che hanno segnato il secolo scorso, per ricordare le vittime e per far sì che il passato possa fare da lezione per il futuro.    
Luisella Marzaroli
14 Novembre 2023

La donna che salvò la bellezza. Storia di Fernanda Wittgens

Rachele è solo una ragazzina quando nel 1939 vengono promulgate le leggi razziali e la sua vita di colpo cambia. Per lei, ebrea, niente più scuola, niente più amici e una paura strisciante che riempie le sue giornate. Per fortuna incontra un ragazzo che le dà la forza per affrontare i terribili cambiamenti che sconvolgono la sua esistenza. Vittorio ha appena quindici anni, eppure ha un coraggio sconfinato. Lavora, per volere del padre fascista, come uomo di fatica alla Pinacoteca di Brera, fianco a fianco con la direttrice Fernanda Wittgens, che aiuterà nella sua straordinaria missione. Due sono gli obiettivi di Fernanda: salvare dai bombardamenti e dalle razzie naziste le opere d'arte conservate nei musei milanesi e aiutare familiari, amici, ebrei e perseguitati a espatriare e mettersi in salvo. Un'impresa pericolosissima e che potrebbe costarle la vita. Ma a lei non importa. Un romanzo intenso e appassionante che racconta la storia di Fernanda Wittgens, la prima direttrice donna della Pinacoteca di Brera, che con coraggio ha sfidato il nazifascismo e ha salvato non solo opere di inestimabile valore, ma anche vite umane. Perché leggerlo in classe Le biografie romanzate sono molto amate dai ragazzi e apprezzate dagli insegnanti, perché permettono di scoprire e approfondire momenti della Storia e vite esemplari in modo efficace e coinvolgente.  
Luisella Marzaroli
26 Ottobre 2023

16 ottobre 1943. Storia di Emanuele che sfuggì al nazismo

Roma 16 ottobre 1943. È l'alba. Emanuele Di Porto, un ragazzino di dodici anni, dorme serenamente, quando all'improvviso la quiete viene spezzata: rumore di camion, grida. I tedeschi sono arrivati nel quartiere ebraico. Sua madre si precipita alla stazione per avvertire il marito, venditore ambulante. Dalla finestra Emanuele la vede costretta a salire su un camion sotto la minaccia delle armi dei soldati. Non esita: scende di corsa in strada per unirsi a lei, ma la madre riesce a metterlo in salvo. A casa non può tornare, il quartiere non è più un luogo sicuro. Trova rifugio a bordo di un tram, con la complicità silenziosa di bigliettai e autisti: è l'inizio di due lunghissimi giorni, carichi di tensione e speranza, in un'agonizzante ricerca della salvezza. A ottant'anni dal rastrellamento del quartiere ebraico di Roma, una delle storie più toccanti della Shoah italiana in un emozionante romanzo a fumetti. Perché leggerlo in classe Una storia di coraggio, incredibile e commovente, la testimonianza diretta di un sopravvissuto resa ancor più vivida e adatta a tutti i lettori dal fumetto.    
Luisella Marzaroli
10 Ottobre 2023

Come un fiore sull’acqua

A differenza della sorella Kati, la classica signorina perbene nell'Inghilterra di metà Ottocento, Mimì non si riconosce nel modello tutto nastri, boccoli e ricami. Accompagnata dal fedele cane Ginger, con robusti stivali ai piedi e armata di matite e acquerelli, Mimì ama esplorare il bosco e riprodurre funghi misteriosi, foglie ampie come ombrelli e fiori variopinti in ogni minimo dettaglio. Per lei il mondo vegetale è come un magnifico paradiso, che la protegge dall'odioso insieme di regole e doveri ingiustamente imposto alle ragazze. Sfidando pregiudizi e stereotipi e affermando con determinazione il proprio talento, scoprirà che la vita è un viaggio che non si può vivere chiuse tra le mura domestiche, occorre invece varcare la soglia e mettere un passo dietro l'altro, con lo sguardo rivolto all'orizzonte. Una storia che guarda con ammirazione al genio e al coraggio di grandi donne, come Marianne North, straordinaria viaggiatrice e artista anticonvenzionale. Perché leggerlo in classe Per scoprire la figura di Marianne North, biologa, botanica e artista, la donna che ha rivoluzionato la pittura botanica, rappresentando le piante all'interno del loro habitat naturale. La vita della giovane Marianne è un esempio di caparbietà e intelligenza e di lotta per raggiungere i propri obiettivi.  
Luisella Marzaroli
26 Settembre 2023

Ricordami di mercoledì

Un mercoledì all'anno, ogni allievo di terza media riceve una tessera con il nome di un adolescente scomparso in un incidente e una camicia di colore nero: da quando la indossa è un'altra persona. È invisibile. Bruco, però, già ogni giorno si sente così. Chiuso nel suo bozzolo, percorre invisibile il mondo, standosene in disparte a guardare da bordo campo. Sono gli eventi a dare energia alla sua vita, e di solito questi sono messi in moto dal suo migliore amico, Eddie, che è tutto ciò che lui non è: attraente, popolare, atletico... un capo nato. Quando però gli viene assegnata la tessera di Becca Finch, e lei appare misteriosamente sul suo banco di scuola in pigiama e pantofole color lampone, tutto cambia. Bruco capirà che, nonostante indossi sempre un orologio per tenere il tempo sotto controllo, questo gli sta sfuggendo di mano. E grazie a Becca troverà la fiducia in se stesso che lo riporterà in vita. Un romanzo speciale e profondo, in cui i mondi di un ragazzo timido e di una ragazza che non c'è più si scontrano... e cambiano per sempre. Perché leggerlo in classe Una storia che spinge a uscire dalla propria comfort zone, a scoprire davvero se stessi e rivendicare il proprio posto nel mondo.  
Luisella Marzaroli
20 Settembre 2023

In cerca di me

Fairuz, dodici anni, è figlia di diverse culture: quella araba di mamma e papà, e quella italiana. E proprio l'Italia, paese in cui è nata e cresciuta, le ha regalato la sfegatata passione per il calcio. Una grande ricchezza, ma anche fonte di domande profonde sulla propria identità, come quella sul velo. Metterlo come sua sorella Samia o rifiutarlo come sua sorella Naila? Frequentare compagni di origine araba che condividono le stesse tradizioni o aprirsi al resto del mondo? Il supporto del papà insieme a una nuova e inaspettata amicizia la aiuteranno a trovare il suo posto nel mondo. Perché leggerlo in classe Una storia che parla di diversità, multiculturalismo, integrazione. Un romanzo sulla bellezza delle differenze e sul mettersi in gioco per superare i pregiudizi che spesso si hanno nei confronti di culture diverse.  
Luisella Marzaroli
12 Settembre 2023

La banda del pianerottolo

Per Cami - metà famiglia in Senegal e metà in Italia - gli adulti hanno nuvole al posto della testa e quando vuole cacciare i brutti pensieri le basta far volare in cielo le sue tre clave azzurre. Timo invece ha sopra le orecchie due piccole protesi per ascoltare i discorsi del mondo e nello sguardo una sorta di super potere: vede i fili invisibili che legano le persone. Insieme ai rispettivi fratello e sorella, Sam e Daria, e all'amica del cuore Noki formano una scorribandola, una banda di amici diversi tra loro, pronti a vivere avventure che li legheranno per sempre. La sfida che ora devono affrontare è salvare la magica edicola della persona più bizzarra e colorata del mondo: zio Ruben. Grazie al potere dei loro desideri porteranno avanti la missione, fino a scoprire che "ciò che cerchi non c'è e ciò che speri invece è già in te". Un romanzo che ha tanti colori e voci quanti sono i suoi personaggi, e che celebra la forza straordinaria dei sogni e dell'amicizia. Perché leggerlo in classe Per parlare di disabilità, inclusione e famiglia, non necessariamente quella di sangue, ma quella che scegliamo.  
Luisella Marzaroli
27 Giugno 2023

Mio fratello sa volare

Durante una gita al lago, Josh e suo fratello maggiore Jadran trovano una gru con un'ala ferita e decidono di portarla a casa per curarla e insegnarle a volare. Jadran, che nonostante i suoi sedici anni guarda e intende il mondo con gli occhi di un bambino, è intenzionato a mostrare alla gru, battezzata Pertica, come si vola veramente. Incapace di contenere l'entusiasmo, decide di lanciarsi dalla scala antincendio, causando un incidente in seguito al quale Josh finisce in ospedale. La famiglia comincia a credere che sia giunto il momento per Jadran di trasferirsi in un centro dove potranno prendersi cura di lui meglio di quanto riescano a fare a casa, ma i due fratelli non ci stanno. Partono allora per un viaggio verso Sud a bordo di un trattore, determinati a far ricongiungere Pertica con la sua famiglia. Un romanzo che affronta il tema della disabilità con realismo e dolcezza, un viaggio avventuroso che è anche un percorso alla ricerca dell'amore e della felicità. Perché leggerlo in classe Per parlare di disabilità, solidarietà e fratellanza.  
Luisella Marzaroli
14 Giugno 2023

In un sussurro

Tutto ha inizio con un gioco innocente. Ma un giorno un semplice sussurro si trasforma in un pesante segreto. E Vera è l'unica ad aver udito le parole di Anna... Un romanzo a fumetti per non rimanere in silenzio. Perché leggerlo in classe Un fumetto che parla di temi forti come violenza domestica e abusi, ma anche di amicizia, di sostegno reciproco e del coraggio di denunciare.  
Luisella Marzaroli
29 Maggio 2023