Racconti per non dimenticare gli errori della Storia

By 25 Gennaio 2021 Febbraio 2nd, 2021 Narrativa, Storia
storia

Anche quest’anno una ricorrenza come la Giornata della Memoria ci fa riflettere sull’importanza di ricordare gli eventi più drammatici della nostra Storia. E mai come oggi aggiunge forza a un concetto fondamentale: la necessità di non cedere all’odio e di non ripetere gli stessi errori.

Noi qui vi proponiamo due titoli davvero speciali, utili per introdurre la discussione sul tema in classe. Una storia vera di musica e salvezza, e un’antologia che ripropone storie firmate da autrici italiane molto amate dai giovani lettori e un’importante riflessione di Lia Levi.

Una musica più forte delle bombe, di Mona Golabek (Il Battello a Vapore)

Mona Golabek, pianista e scrittrice, condivide con i lettori la vera storia di sua madre, Lisa Jura. Lisa fu una dei diecimila bambini austriaci messi in salvo in Inghilterra grazie al Kindertransport. I suoi genitori, purtroppo, non fecero ritorno da Auschwitz. Una musica più forte delle bombe è una storia d’amore, musica e sopravvivenza, da riscoprire oggi come tributo a una ragazza speciale e alle vite da lei toccate.

Lisa, infatti, aveva solo quattordici anni quando l’esercito di Hitler occupò Vienna. Minacciati, come tutte le famiglie ebree, da quella presenza, i suoi genitori furono costretti a prendere una delle decisioni più difficili della loro vita. Dovettero scegliere a quale delle tre figlie garantire un futuro. E quindi quale far partire per l’Inghilterra con il Kindertransport, un programma volto a trarre in salvo i bambini ebrei. La loro scelta ricadde su Lisa, la più talentuosa tra le sorelle, un prodigio della musica con un sogno al quale aggrapparsi: diventare una famosa pianista. A Londra la vita di Lisa cambiò radicalmente. Separata dalla sua famiglia, dovette affrontare i tempi e le prove più complesse. La sua passione, però, rimase intatta e la sua musica divenne un faro di speranza per tutti i bambini del centro di accoglienza di Willesden Lane. E fu anche la sua ancora di salvezza. Perché Lisa, nonostante tutto, riuscì a realizzare il suo sogno.

Uno schianto assordante la scagliò lontano dal pianoforte.
Il vetro della finestra andò in frantumi, la stanza fu inondata da una pioggia di schegge.
Lisa si ritrovò a terra, senza capire se fosse viva o morta. Si guardò le mani. Le dita si muovevano, e così anche le braccia.
Era ricoperta di polvere e frammenti di vetro. Si rialzò lentamente.
Invece che provare angoscia, sentì una calma improvvisa.
«Queste bombe non possono fermarmi!» si disse.

Una storia vera di coraggio e determinazione, e di come la musica possa elevare lo spirito umano e diventare un’ancora di salvezza. Anche quando non sembra più esserci speranza. Consigliata a giovani lettori dai 12 anni in su.

Vogliamo ricordare, di Eliana Canova, Lia Levi e Teresa Buongiorno (Il Battello a Vapore)

Un imprescindibile viaggio nella Memoria. Per non dimenticare ciò che ha segnato la nostra Storia. E che dobbiamo, e vogliamo, ricordare. È questo il messaggio racchiuso tra le pagine di Vogliamo ricordare di Eliana Canova, Lia Levi e Teresa Buongiorno (Il Battello a Vapore). Un’antologia speciale, rivolta a lettori dagli 8 anni in su, composta da tre storie che ci aiutano a capire e a non dimenticare.

Come quella di Io e Sara, Roma 1944 che, sullo sfondo di una città flagellata dai bombardamenti, ci racconta il valore dell’amicizia. O quella di Ho visto i lupi da vicino, che ci insegna a non perdere mai la speranza. Nemmeno di fronte ai cancelli di Auschwitz. Ma da dove nascono i pregiudizi verso gli ebrei? In Che cos’è l’antisemitismo? Lia Levi guida i ragazzi in un percorso di conoscenza e sensibilizzazione sul tema dell’odio razziale.