Skip to main content

Qualcuno con cui correre

Per Assaf, sedicenne timido e impacciato, lʼestate si trascina lenta tra amicizie sterili e un lavoro noioso, ma tutto cambia quando riceve un compito impossibile: ritrovare il padrone di un cane abbandonato, inseguendolo per le strade di Gerusalemme. Correndo dietro a Dinka, Assaf giungerà in luoghi impensati, fino ad apprendere il nome della persona che cerca: Tamar. Chi è questa ragazza enigmatica che sembra sparita nel nulla? Travolto dal fascino del suo mistero, Assaf ne seguirà le tracce, come se da lei dipendesse il suo destino. Ma Tamar, anima sensibile e ribelle, tormentata da un doloroso segreto, è fuggita da casa per tentare unʼimpresa altrettanto impossibile: ritrovare un giovane cui è profondamente legata per salvarlo dalla droga e da una banda di malfattori. Non sa ancora che qualcuno la sta cercando, qualcuno disposto a correre con lei, costi quel che costi. Un romanzo sul mistero e la magia dellʼadolescenza, per la prima volta in edizione illustrata. Perché leggerlo in classe David Grossman, noto per il suo impegno volto a una risoluzione  pacifica della questione israelo-palestinese, è uno dei più grandi scrittori contemporanei. Una nuova edizione di questo meraviglioso romanzo, impreziosita da intense illustrazioni.
Luisella Marzaroli
13 Dicembre 2019

Proibito leggere!

Amy Anne ha nove anni, obbedisce sempre ai genitori, non si lamenta mai e non dice mai la sua. Ma quando alcuni libri, tra cui il suo preferito - quello che ha già letto tredici volte e non si stancherebbe mai di rileggere -, vengono banditi dalla biblioteca della scuola perché accusati da una mamma di essere inappropriati, Amy Anne capisce di non poter restare ferma a guardare. Leggere tutti i libri messi all'indice vorrebbe essere il suo silenzioso gesto di protesta, ma altri compagni si uniscono a lei e in breve tempo si trova a gestire segretamente nel suo armadietto una Biblioteca dei Libri Banditi. Quando viene scoperta, Amy Anne e i suoi amici decidono di non arrendersi e contrattaccare: in fin dei conti, una volta che hai bandito un libro puoi bandirli tutti. Perché leggerlo in classe Un libro che contiene molti suggerimenti di lettura, per tutti coloro che adorano immergersi nelle pagine scritte e per chi invece deve ancora scoprirne il piacere… giustizia.  
Luisella Marzaroli
14 Novembre 2019

Leonardo, che genio!

Alla corte del Re di Francia c’è grande fermento: da quando Leonardo dimora nelle stanze del Castello di Cloux, la cuoca Mathurine non si stanca mai di impastare, infornare, preparare i piatti della tradizione toscana, perché il Maestro si senta sempre un poco a casa. Attraverso il suo sguardo meravigliato e discreto, si svela un ritratto intimo del più straordinario genio del Rinascimento, un uomo capace di anticipare il futuro ma anche di commuoversi al ricordo dell’infanzia a Vinci, insieme allo zio, da cui imparò a osservare le piante e gli animali, la luna e le stelle. Tra i dolci e le zuppe cucinati dalla premurosa Mathurine e in compagnia di Francesco, allievo fedelissimo, Leonardo ripercorre le invenzioni della sua vita, per realizzare infine il suo progetto più poetico e ambizioso: un automa a forma di leone, in grado di attraversare da solo un’intera stanza e di dar vita a uno spettacolo sorprendente. Perché leggerlo in classe Per ricordare Leonardo da Vinci, il più grande genio di tutti i tempi, in occasione dei 500 anni dalla sua scomparsa (e non solo). Perché l'autrice è un'attrice e regista teatrale di talento, in grado di far sognare con le sue parole. Perché il libro è arricchito dalle pulsanti illustrazioni di Elisabetta Stoinich ed è arricchito da apparati curiosi, ad esempio le ricette amate da Leonardo e le istruzioni per costruire un pupazzo.
Sergio De Falco
13 Giugno 2019

Winnie e la Grande Guerra

La vera storia dell'orsa Winnie, che dalle foreste del Canada arrivò in Europa durante la Prima Guerra Mondiale regalando coraggio e speranza ai soldati suoi compagni di viaggio, per poi approdare allo zoo di Londra, dove l'incontro con il famoso Christopher Robin Milne ispirerà la scrittura di uno dei romanzi più amati dai bambini: Winnie the Poo. Perché leggerlo in classe Una storia avvincente, basata su fatti realmente accaduti e che hanno ispirato il classico di Milne. Un romanzo che parla ai ragazzi della Prima Guerra Mondiale. Con le magnifiche illustrazioni di Sophie Blackall e un'appendice fotografica sulla vera storia di Winnie.
Sergio De Falco
13 Giugno 2019

Terza elementare

“In prima mocciosi, in seconda gatti, in terza angeli, in quarta ratti!” È una filastrocca che George ha imparato all’asilo, ma ora che sta per andare in terza elementare scoprirà che non si tratta di uno scherzo: la nuova maestra ha deciso che ogni alunno dovrà meritarsi la propria aureola, comportandosi da vero angioletto. George, che ha sempre mirato alla perfezione, è determinatissimo: sarà lui a vincere la prima aureola dell’anno! Lui, che è un asso della grammatica, non sbaglia una tabellina e non colora mai fuori dai bordi, primeggerà anche nella bontà. Ma essere perfetto è più faticoso di quanto sembri, soprattutto se comporta mostrarsi gentile con sua sorella Amy, detta Nasona. Il dubbio infatti si insinua: la maestra avrà delle spie che controllano gli aspiranti angeli anche fuori dalla scuola? Perché leggerlo in classe Per affrontare la terza elementare con una storia coinvolgente e veritiera. Perché la scrittura è quella di uno degli autori per ragazzi contemporanei più amati.
Sergio De Falco
13 Giugno 2019

Le avventure di Augusta Snorifass

Augusta Snorifass ha un guardaroba degno di una regina. Quarantaquattro vestiti ricavati dai più vari tipi di carta, confezionati con le minuscole forbici d'oro che custodisce nella tasca della sottoveste. Abiti per ogni occasione e ogni stagione: per volare sulla schiena del corvo Callisto e rincorrere il vento in una giornata di primavera; per galleggiare sul lago insieme a Kasper, il soldatino di stagno ritiratosi a vita pacifica; per esibirsi insieme ai topolini della famiglia Radisson in ardite acrobazie tra i rami di limoni, o per condividere un momento di gioco e far sognare fatate lepri delle nevi... Augusta Snorifass vive ancora oggi in un Castello in Danimarca. Tanto tempo fa, le sapienti dita di Hans Christian Andersen ritagliarono la sua esile figura e la donarono a una bambina, Amelie. Oggi Chiara Carminati dà vita a un personaggio semplice e delicato, ma anche elegante e di carattere, amante dell'amicizia e delle avventure. Perché leggerlo in classe Per volare leggeri sulle ali delle favole, inseguendo l'armonia della prosa poetica di Chiara Carmianti. Per riscoprire, attraverso una storia di finzione, un personaggio straordinario come Hans Christian Andersen.
Sergio De Falco
13 Giugno 2019

La guerra di Catherine

Rachel, giovane studentessa ebrea, frequenta una scuola speciale, la Maison di Sèvres, e ama guardare il mondo attraverso la sua Rolleiflex. Con lo scoppio della Seconda guerra mondiale è però costretta a fuggire e a cambiare identità. Aiutata da una rete di partigiani, Catherine – questo il suo nuovo nome – dovrà nascondersi in luoghi sempre diversi e imparare a fidarsi di persone nuove, senza mai separarsi dalla sua macchina fotografica. Da questo lungo viaggio prenderà vita la sua testimonianza per immagini che invita a non dimenticare la bellezza nascosta nel quotidiano e che celebra gli eroi anonimi, che mettono a rischio la propria vita per salvare quella degli altri. Un viaggio che l'aiuterà a crescere e che la trasformerà in una donna libera. «Adoro guardare il mondo attraverso il mirino. Fermare il tempo con un clic.» Perché leggerlo in classe Per la capacità di raccontare una storia del passato con voce autentica e vicina, riuscendo a catturare sulla pagina e negli occhi del lettore le atmosfere della seconda guerra mondiale. Per la struttura dinamica, capace di restituire il ritmo serrato e la concitazione del vissuto della protagonista. Per la capacità delle autrici di intessere un perfetto dialogo tra il testo e le illustrazioni. (Fonte: Andersen)
Sergio De Falco
13 Giugno 2019

La porta di Anne

Quando si svegliò, Anne ebbe la sensazione che quella sarebbe stata una giornata speciale. Sentiva un'immotivata irrequietezza, la voglia irresistibile di muoversi e saltare, far capriole e cantare a squarciagola. Voleva correre alla porta del rifugio, che fissava spesso con un misto di gratitudine e speranza, e battere i palmi sull'uscio per farsi aprire. Ma non si poteva, lo sapeva bene. È l'agosto 1944. Alle prime luci dell'alba, tra le vie di Amsterdam c'è una casa in cui tutti sognano. Peter sogna verdi colline da attraversare a cavallo. Auguste sogna una pelliccia. Otto sogna navi capaci di solcare ogni oceano. Margot sogna di nuotare in piscina. Fritz sogna la donna che ama. Edith sogna di tornare bambina. Hermann sogna di camminare in un prato. Anne sogna di diventare una scrittrice. Il sogno più grande, per tutti loro, è la libertà: rintanati in un nascondiglio da oltre due anni per sfuggire alle persecuzioni contro gli ebrei, aspettano che gli Alleati cancellino dall'Olanda e dal mondo l'incubo del nazismo. Ma in questa storia c'è anche il sogno del sottufficiale delle SS Karl Josef Silberbauer: lui vuole catturare otto persone nascoste in un vecchio edificio. E quel mattino, purtroppo, il sogno diventa realtà. Perché leggerlo in classe Per scoprire chi erano i compagni di alloggio di Anne Frank, le loro vite, il loro coraggio. Per ricordare un'eroina indimenticabile attraverso un punto di vista inedito.
Sergio De Falco
13 Giugno 2019