Leggere per crescere, e crescere leggendo

By 4 Dicembre 2020 Dicembre 15th, 2020 Narrativa
Aidan Chambers ha detto «siamo quello che leggiamo», e noi di LeggendoLeggendo siamo d’accordo con lui.
Leggere per crescere, quindi, e leggere libri che ci appassionino, catturino e prendano per mano.

CRESCERE È UN’AVVENTURA 
E quante avventure possiamo vivere attraverso i libri! Per esempio, possiamo trovarci a Canton nel 1770, al fianco di Shi Yu. È la giovane protagonista di La più grande di Davide Morosinotto (Rizzoli), straordinario romanzo di formazione ispirato alla storia vera di Ching Shih, che comandò la più grande flotta pirata di tutti i tempi. Per futuri esploratori dei sette mari dai 10 anni in su.
O possiamo sognare di solcare i cieli al fianco del Barone Rosso e, chissà, scoprire qualcosa di più sull’intrepido aviatore indagando insieme a un giovanissimo e improvvisato detective. Come Ricky, protagonista de Il segreto del barone rosso di Paolo Roversi (Il Battello a Vapore). La lettura perfetta per aspiranti investigatori dai 10 anni in su.
E non è forse un’avventura magica, quella di diventare grandi? Occorre allora immergersi appieno nella magia, e farlo attraverso una storia come quella racchiusa tra le pagine di Petrademone, saga firmata da Manlio Castagna (Mondadori). A metà tra racconto fantasy e romanzo di formazione, insegna ai lettori dai 10 anni in su che niente è impossibile, se ci si crede davvero.

CRESCERE NON È SEMPRE FACILE

Soprattutto quando si deve affrontare un periodo di grande incertezza. Com’è successo quest’anno, per esempio. Non era semplice spiegare ai bambini cosa stesse accadendo, o perché bisognasse restare in casa invece che andare a scuola o al parco. Ma Luca Feliciani e Pierpaolo Rovero, con il loro racconto illustrato La Casastronave (Il Battello a Vapore) ci sono riusciti. E ci hanno ricordato che sì, è stato come trovarsi a vagare nello spazio senza bussola… ma quando questo momento passerà, potremo costruire un mondo ancora più bello!
Anche la vita di Jo, protagonista di Aspettando Anya di Michael Morpurgo (Il Battello a Vapore) è segnata dall’incertezza. La guerra sembra non finire mai, e la vita a Lescun, paesino arroccato sui Pirenei, è minacciata dall’avanzamento dell’esercito tedesco. Jo imparerà una lezione importante, e con lui i lettori dai 10 anni in su: nessuno è troppo piccolo per fare la differenza.
Anche le notizie più felici ci fanno crescere. Quando mamma e papà svelano a Itamar che avrà un fratellino, lui si sente subito più grande. Ma ha ancora delle paure e delle insicurezze, in cui i lettori più giovani potranno riconoscere le proprie. Le avventure di Itamar di Davide Grossman (Mondadori) è la lettura perfetta per future sorelle e fratelli maggiori dai 6 anni in su.

LA SFIDA PIÙ GRANDE: ACCETTARSI, E AVERE FIDUCIA IN SE STESSI

Il corpo che cambia, il cuore che affronta i primi battiti accelerati, le paure dell’infanzia che lasciano il posto a quelle dell’adolescenza… Non è facile affrontare tutto questo, e chissà che proprio nella lettura si possa trovare un conforto e un mondo in cui “specchiarsi”.
Proprio con l’accettazione di sé e le proprie paure deve vedersela Mirtilla, ma non solo. Deve affrontare anche il divorzio dei genitori e la fine di un’amicizia. La protagonista di Consigli e disastri di Mirtilla di Julie Murphy (Mondadori) troverà conforto nella scrittura e nel consigliare il prossimo.
Un ottimo esercizio da replicare anche in classe, quello della scrittura di una lettera per esporre un problema: imparare ad aprirsi è il primo passo!
Il secondo è imparare a sbagliare. Solo così, infatti, è possibile sentirsi più sicuri delle proprie capacità e vivere divertendosi. Anche quando qualcosa non va come vorremmo! Emma e Dario trovano la fiducia in se stessi, dalla collana Impariamo a sbagliare! di Stefania Andreoli, attraverso storie, giochi ed esercizi aiuta i bambini a non vedere l’errore come un fallimento. Anzi, sbagliare diventa un passaggio fondamentale dell’apprendimento e della crescita.

SUPERARE LE PROPRIE PAURE

Diventare grandi significa anche imparare ad affrontare le proprie paure, anche se spaventano. È quello che succede a Jonas, protagonista di Jonas e il predatore degli incubi di Francesco Carofiglio (Il Battello a Vapore). Il suo viaggio lo porterà ai confini dell’Impensabile, alla scoperta di se stesso e delle sue paure. E di quel territorio che si apre davanti a noi quando, irrimediabilmente, ci accorgiamo che l’infanzia è finita.
Una lettura perfetta per i preadolescenti, che più di altri provano questa sensazione di “passaggio” dalle sicurezze dell’infanzia alle incertezze dell’adolescenza.